Il ferro da stiro

Oggi parliamo di argomenti casalinghi. In questo periodo in cui sto cercando di mettere in atto per il futuro e la mia sanità mentale ogni stratagemma possibile per ridurre il tempo delle faccende domestiche, il problema di stirare sembra non trovare alcuna soluzione!

Se Poldo, il mio amico robot, pensa ora ad alleggerirmi la corvé dell’aspirapolvere, se la lavatrice è la mia fedele alleata e ci lavo di tutto (anche quello che sarebbe meglio fare a mano), se nella nuova cucina che abbiamo ordinato per il futuro appartamento ci siamo pure buttati sulla lavastoviglie, mai usata in vita mia, il ferro da stiro rimane li’, a guardarmi con aria di sfida, come a dire:”Di me non ti puoi liberare, bella!”.

stirare

Per quanto riguarda la questione di stirare, ho conosciuto persone che affrontano il problema in maniere diametralmente opposte: ci sono quelle che stirano tutto, comprese mutande e calzini (il che per me è incomprensibile), e quelle che invece affermano di non stirare per nulla. Riguardo a queste ultime persone, io mi sono sempre chiesta come facciano a non stirare nulla? O hai una donna delle pulizie che stira per te, o porti tutto in lavanderia oppure tuo marito ed i tuoi figli girano con gli abiti spiegazzati post-centrifuga! Perchè dai, anche se ti ci metti d’impegno e stendi le cose ad asciugare con la più grande cura, non puoi fare a meno di stirare i pantaloni del povero marito e le sue camicie! Non ci credo per niente. Se tra voi qualcuno fa parte della seconda categoria, ditemi come fate, mi aprirete un mondo nuovo!

Io mi piazzo nel mezzo di queste due correnti di pensiero, diciamo. Innanzitutto, mi sono organizzata in modo da stirare solo un giorno a settimana, ma ho sentito di persone che si mettono a stirare ogni volta che fanno una lavatrice. Fortunatamente abbiamo abbastanza vestiti per cambiarci e permetterci di maneggiare quel maledetto arnese solo una volta ogni sette giorni! Poi ho ridotto il numero dei capi che considero necessario stirare: non stiro le magliette intime e non stiro i pigiami. All’inizio facevo pure a meno di stirare le lenzuola, ma il problema è che se non lo faccio rimangono troppo voluminose dentro all’armadio e occupano spazio per nulla. Questo è dovuto al fatto che, non avendo una reggia, sono obbligata ad asciugare le lenzuola in asciugatrice e ne escono tutte spiegazzate… Non stiro più le tovaglie da quando ho iniziato ad usare solo quelle antimacchia, che oltre al vantaggio di essere facili da lavare, sono fatte di bei tessuti colorati che non si stirano (non sto parlando di cerate). Ve le consiglio se le trovate, io ne ho una scorta ormai. Per l’estate, quando ci si cambia più spesso, ho comprato a MA una serie di magliette e polo traspiranti, fatte di tessuto leggero e che pure loro non hanno bisogno di ferro da stiro. Per quanto mi riguarda, ho adottato la tecnica di scegliere come vestirmi evitando tutti i capi più “rognosi”. Quindi via libera a jeggins, leggins, gonne e maglie di stoffe non-stropicciabili. Da tempo immemore non metto camicie e solo nei week-end vestiti o cose più elaborate che non posso fare a meno di stirare. E’ vero che cosi’ facendo ho ridotto molto la gamma degli abiti che uso, mentre l’armadio scoppia di cose… pero’ pazienza, per fortuna non faccio un lavoro che necessita di tailleur e camicia!  Invece non c’è alcun modo per ridurre-evitare di stirare le cose di MA, in particolare d’inverno. Devo ammettere che quando lo vedo indossare una camicia mi scappa un’occhiata malefica perchè me la vedo già li’ ad ingrossare la pila di cose da stirare. Per fortuna anche lui, lavorando all’università, si limita ad usare camicie e giacche solo quando ha lezione o qualche riunione particolare. Nella mia guerra al ferro da stiro sarà coinvolto ovviamente anche Paciocco, per il quale avro’ cura di scegliere solo tutine e vestiti anti-stiro. E non se ne parla di usare i pannolini riciclabili, mi spiace per l’aspetto ambientalista, ma non ho il tempo né la voglia né lo spazio per lavarli e asciugarli a mano!

E voi, come vi regolate ed organizzate per stirare? Accetto consigli! 🙂

Annunci

8 pensieri su “Il ferro da stiro

  1. Io stiro solo le camicie. La tovaglia “bella” se ho ospiti. Qualche vestito elegante all’occorrenza. Il resto è tutto centrifugato a bassi giri, steso bene e piegato ancora meglio. 😜

    Mi piace

  2. Io butto in asciugatrice, poi piego ben bene e stiro pochissimo.
    Le lenzuola, le camicie e quello che è troppo spiegazzato.
    Come te solo un giorno alla settimana, odio stirare, ma ci sono cose che proprio non posso lasciare così.
    Ecco, da quando uso questo stile di vita le ore a stirare settimanali sono scese da due a mezz’ora.
    E meno male che mio marito usa la camicia molto di rado…

    Mi piace

  3. Ed eccomi. Non stiratrice a rapporto.
    Odio stirare, non sono brava a farlo e …ho scoperto che per me non cambia molto.
    Intendo dire che, sicuramente, anche se stendo bene, stirato e non stirato un po’ di differenza c’è. Ma non abbastanza, per me, perchè valga la pena.
    Giusto le camicie, che per fortuna sono poche (e un paio pure che non necessitano stiratura, yeah!), il resto lo stendo bene, lo piego…e basta.
    Come dicevo, per me non vale la pena stirare, ma ammetto che qualche piegolina resta.
    Tutto dipende da quanto per te è importante avere tutto, o quasi tuto, o un po’, stirato 🙂

    Mi piace

  4. Premetto che stirare era il mio incubo. E’ per questa ragione che appena ci siamo trasferiti nella nostra casa mi sono equipaggiata con un buon ferro da stiro con generatore di vapore e addirittura ho comprato lo stiramaniche, tanto temevo lo stiro delle famigerate camicie. Comunque anche data la presenza in casa dei nostri due piccoli tornado, io stiro solo le cose per uscire, per intenderci quelle che “si vedono”. Magliette nostre e dei bimbi, pantaloni e tutto quello che indossiamo per uscire di casa. Non stiro biancheria intima né quella da bagno, mio marito per fortuna non indossa quasi mai camicie né pantaloni classici con pieghe varie che mi mandano in tilt!!! Effettivamente le lenzuola non stirate occupano spazio, ma pazienza, per me sarebbe davvero impossibile stirare un cosa che poi dopo la prima notte la ritrovi ancora più spiegazzata di prima!!!

    Mi piace

  5. io non stiro. Se il mio compagno vuole la sua camicia stirata se la stira da solo. Comunque se hai tante cose da stirare ti consiglio uno steamer, molta meno fatica.

    Mi piace

  6. Ne ho parlato ultimamente anche nel mio blog e devo dire che riscuoto diversi commenti ogni volta che parlo di stiro, c’è chi non stira affatto, chi stira con voglia, chi come me stira una volta a settimana ma odia farlo. Odio, proprio poi questo periodo dove i panni non si asciugano mai e odio il rientro dalla vacanze con quella montagna di panni da stirare.

    Mi piace

  7. Io odio stirare!!!!!! Io stiro ogni dieci giorni perchè ho molti vestiti di ricambio e non stiro mai più di un’ora e mezza. Lenzuola e asciugamani non li stiro e le lenzuola restano nell’armadio delle cose da stirare finchè non le rimetto sul letto 😛
    La persona per la quale stiro più cose è mio marito, poi Miciomao, poi MrD e infine io.
    D’estate stiro di più, soprattutto magliette, mentre d’inverno stiro meno, usano molte felpe.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...