Carta d’identità

DSC00473

NOME: Paciocco

ALTEZZA: 7,6 cm

RESIDENTE in: Pancia di MI

SEGNI PARTICOLARI: orecchie a punta!

Vi presento ufficialmente la nostra meraviglia! La dottoressa stamattina ci ha fatto un super servizio fotografico da tutte le angolazioni. La ginecolga mi ha detto di andare in bagno a fare pipi’ (e meno male perchè non riuscivo più a trattenermi!) e al ritorno…voilà, il piccolino si era girato e ci mostrava il suo profilo migliore! La dottoressa ha detto che è proprio un bimbo ubbidiente e gentile. 🙂 Speriamo lo sia anche dopo la nascita. Abbiamo visto quindi tutto il necessario, comprese le cavità del cuore, gli emisferi cerebrali, i cristallini nell’occhio in via di formazione, la spina dorsale, lo stomaco, la minuscola vescichina (ehi questo mi fa pipi’ in pancia!), le dita delle mani e dei piedi (cinque per fortuna in ogni mano) e le orecchie… a punta! Sembrava il Dr Spock di Star Trek! Ma niente di strano, la dottoressa ci ha detto che è normale che le orecchie siano cosi’ perchè si stanno ancora formando.

Secondo tutte le misurazioni fatte, lo sviluppo è normalissimo e la crescita coincide perfettamente con la data presunta di concepimento. Per quanto riguarda i parametri di riferimento per lo screening della trisomia 21, non c’è alcun motivo per sospettare rischi di questo tipo. Il valore della translucenza nucale è di 1,14 mm ed è ben al di sotto del valore soglia (3 mm). Anche le ossa del nasino sono presenti, il che di solito non avviene appunto nei bambini Down.

Che dire? Mi sento leggera, finalmente il rischio di aborto è finito, la gravidanza procede bene e la dottoressa mi ha detto che a questo punto posso dimenticare che si tratta di una gravidanza stimolata e devo solo concentrarmi sul fatto di godere di questi mesi. Sarà fatto! Anche se per tirare veramente il fiato aspettero’ comunque i risultati dell’esame del sangue, che ho fatto stamattina dopo l’ecografia. Comunque, a quanto ho letto, è più affidabile l’ecografia  dell’esame del sangue, che dà spesso molti falsi positivi. Vedremo…

Finisco questo post con una piccola nota venale, di ordine economico, perchè sinceramente penso sia da menzionare il fatto che la Francia è molto più avanti dell’ Italia per l’assistenza sanitaria che fornisce alle donne incinte. La ginecologa che mi ha visitato stamattina (non è SuperS perchè per questo esame ci vogliono apparecchiature più sofisticate ed una persona specializzata apposta) ha uno studio privato, in un bellissimo edificio haussmaniano tipicamente parigino. E’ stata gentilissima e molto professionale, ci ha pure stampato una foto di Paciocco super-ingrandita apposta per noi perchè ha detto che era troppo bello! 🙂 Costo finale della visita: 61 euro, che abbiamo pagato noi ma poi ci verranno completamente rimborsati dal Sistema Sanitario francese. Stessa cosa per gli esami del sangue. Mia cognata a Napoli è andata da un privato a fare lo stesso esame qualche anno fa e ha pagato di tasca sua 200 euro! E stamattina mi è pure arrivata una lettera sempre della Sanità francese che mi invita a prendere un appuntamento con il mio dentista per un controllo durante la gravidanza, il tutto spesato sempre da loro. Non so come funzionino le cose in Italia per le donne in gravidanza, ma sinceramente non ho grandi aspettative! Basti pensare che l’ecografia in privato che ho fatto a fine luglio a Padova ci è costata 82 euro e che in farmacia ho pagato 6,2 euro per un barattolo di citrosodina e 12 euro per un flacone di soluzione fisiologica per i problemi di rinite allergica che mi erano venuti in montagna! I prezzi dei farmaci, anche quelli da banco, sono allucinanti! E quindi non posso dire altro che “Vive la France!”. Anche perchè, se non abitassimo qui, Paciocco non potrebbe esistere, visto che la cura che ci ha portato a lui in Italia non è nemmeno disponibile.

Annunci

Notte prima dell’esame

Finite le vacanze, rientrati ieri sera a Paris.

Giusto per rallegrare l’umore, oggi Parigi ci ha dato il benvenuto con una giornata di pioggia continua (e qui non succede praticamente mai che piova senza interruzione per 24 ore!) ed un cielo grigio che sembrava novembre. Yuppi!

Aggiungiamoci la cosa che odio di più al rientro delle vacanze, cioè disfare le valigie e pulire casa dopo un mese di assenza…Vabbè, ora siamo a posto fino al prossimo spostamento, che non sarà prima delle vacanze di Natale per fortuna.

Tutte le cose da fare oggi mi hanno permesso almeno di deviare un po’ i pensieri dal chiodo fisso di questi ultimi due giorni: l’ecografia di domani!

Eh già, il tempo per fortuna è passato (anche se sempre troppo lento per i miei gusti) e domani avro’ finalmenta l’ecografia di fine trimestre, chiamata anche translucenza nucale.

Durante questa ecografia il medico prenderà un sacco di misure di Paciocco e determinerà, in base ad alcune di queste, il rischio di trisomia 21, 18 e di altre anomalie genetiche. Per uno screening più approfondito, oltre alla translucenza, viene fatto anche un prelievo del sangue che va a rilevare la quantità di alcuni marcatori. I dati ottenuti dall’esame del sangue, combinati con i risultati dell’ecografia, permettono di dare una stima più sicura del rischio di trisomia 21. L’affidabilità del test è del 90%.

Ve l’ho già detto che sono paranoica, ansiosa, stressata di mio, no? Quindi figuratevi come mi sento per l’esame di domani! Un’ ansia da “notte prima degli esami” veramente! Ti prego, ti prego, ti prego Paciocco! Mostra a quei medici che sei perfetto e che non hai nulla di anormale, a parte una bellezza fuori dal comune! SMILE! Eh, scusate, ma io e MA ci siamo già innamorati di lui dalle ultime foto che abbiamo fatto durante l’ecografia del 14 agosto, in cui si vedeva benissimo un profilo greco! SMILE AGAIN!

Purtroppo il risultato del test non lo sapremo prima di una settimana, non so perchè per avere l’esito del prelievo ci voglia cosi’ tanto quando ho visto che in alcuni laboratori in Italia lo danno in giornata! Cosi’ oggi pomeriggio, non riuscendo a mettermi il cuore in pace, mi sono fatta un tour telefonico di tutti i laboratori di analisi delle vicinanze (e qui in Francia i lab di analisi sono comuni quasi quanto le boulangeries!) per capire se ce n’era almeno uno che fosse un po’ più speed a dare quei benedetti esiti. Niente, tutti mi hanno detto che ci vogliono almeno sette giorni!

E cosi’ domani ci dovremo accontentare solo dei risultati della translucenza, che già di per sè non sarà poi cosi’ male. Per il verdetto finale invece aspetteremo il 4 settembre, che guarda caso sarà anche il nostro anniversario di matrimonio! Paciocco ci dà sue notizie sempre i giorni delle ricorrenze a quanto pare: il giorno prima del mio compleanno abbiamo scoperto che era tra noi e il giorno dell’anniversario scopriremo, spero, che tutto va bene e che è sano come un pesce, anzi un gamberetto!

Pensatemi domani alle 10!