Qui dentro tutto bene!

Ehi voi là fuori, ciao!

Mi chiamo Paciocco, oggi compio 50 giorni e sono lungo ben 2,5 cm. Quando stamattina quel tipo barbuto premeva quel coso sulla pancia della mamma mi ha fatto paura, per questo il mio cuoricino andava a 167 battiti al minuto! E poi io stavo dormendo, uffa, potevano lasciarmi in pace, ho bisogno di riposare io, devo prendere forza per crescere. Cosi’ ho cercato di spostarmi per essere lasciato in pace e quando la mamma e il papà hanno visto che mi muovevo si sono commossi e sono rimasti a bocca aperta. E che credevano? Io ho pure i muscoletti che funzionano ora, anche se devo ammettere che sono ancora un po’ sproporzionato e ho un capoccione enorme!

Il dottore barbuto ha detto alla mia mamma che deve farmi un altro servizio fotografico tra due settimane perchè sono troppo bello! Ehmm, no veramente ha detto che voleva controllare che un certo liquidino che sta fuori dalla mia cameretta e che si chiama “celoma extraembrionale” inizi a diminuire, perchè oggi era ancora un po’ abbondante. Ecco cos’era tutta quell’umidità! Ho sentito che la mamma si preoccupava e chiedeva se era una cosa grave questo liquido cosi’ abbondante ma il barbuto ha risposto che non è niente di preoccupante, è solo una precauzione e che in realtà non sta scritto da nessuna parte quali siano i parametri di normalità per questo celoma e con che velocità debba scomparire.

Comunque alla fine la mamma è contenta, cosi’ ha una scusa per rivedermi tra quindici giorni e io le faro’ una sorpresa e saro’ più grande ancora di adesso! Ieri sera era un po’ delusa perchè ha provato a cercare il mio cuoricino con quell’aggeggio strano che si è comprata, che si chiama “angel sound” ma non c’è riuscita e ha sentito solo i gorgoglii del suo stomaco che digeriva la fetta di torta ai mirtilli (buona eh, a me è piaciuta!).

Oggi per festeggiarmi mamma e papà si sono concessi una bella pizza nella loro pizzeria di fiducia qui in questa terra di leghisti! Io sono come mammà, la pizza mi piace assaje e dopo pranzo non le ho nemmeno fatto venire le solite nausee!

Vi saluto e vi dico alla prossima, ora torno a dormire che qui non c’è molto da fare!

Paciocco

Il suono più bello del mondo

Il suono più bello del mondo, che non avevamo mai sentito prima, è quello del piccolo cuoricino del nostro minuscolo embrioncino di 11.2 mm, che oggi compie 5 settimane di vita!

Non ho parole per descrivere quello che si prova a guardare quel “gamberetto”, come lo chiama MA, sullo schermo e riuscire a vedere quel micro-cuoricino che pulsa, si vedeva benissimo. E va alla grande, 144 battiti/minuto gente! Mica pizza e fichi, come si dice a Roma.
SuperS ha detto che lo sviluppo procede benissimo, tutto nella norma, lui è ben installato nella sua nuova cameretta e non c’è alcuna ragione di pensare che questa gravidanza non giunga tranquillamente a buon fine.
Questa è stata la frase più bella della giornata, da parecchie settimane in qua.

Posso finalmente rilassarmi un poco, godermi questa gravidanza e le vacanze che si avvicinano. Oggi è stato tutto più reale, vedere Paciocco li’ dentro mi ha fatto capire che tutto è vero e che la mia pancia è veramente abitata. Anche se per ora, a parte nausee e dolorini vari, non mi sento ancora totalmente incinta, penso che quello arriverà solo quando vedro’ la pancia crescere e lo sentiro’ muovere. Io sono un po’ lenta a realizzare le cose, anche quando ci siamo sposati non so quando ho iniziato veramente ad accorgermi che ero una moglie, avevo un marito, una fede al dito e una vita a due per il resto dei miei giorni! Quindi dovro’ avere pazienza e arriverà anche la consapevolezza di essere una quasi-mamma.

La bellezza del momento dell’ecografia (mai mi è piaciuto cosi’ tanto un’eco transvaginale!) è stata un po’ guastata dalla quantità di scartoffie di cui mi ha riempito SuperS dopo: il resoconto dell’ecografia, le foto, le carte per l’iscrizione alla maternità di un ospedale a mia scelta (ma io avevo già scelto da tempo quale volevo!), le carte per la prenotazione del depistaggio della trisomia 21 a fine agosto, la dichiarazione di gravidanza evolutiva da compilare ed inviare alla Sanità, altri esami del sangue… insomma, per fortuna che c’era MA con me, perchè io facevo fatica a stare dietro a tutto questo!

Comunque, quel che s’a da fa’, s’a da fa’! Non è certo questo che mi toglie la felicità provata oggi.

E cosi’ possiamo partire tranquilli domani, ce ne andiamo quattro giorni a Palermo, a trovare la mia cognatina e famiglia, sono tre anni che non vedo lei e i miei nipotini! Vado a fare un po’ la zia, prendiamolo come pre-allenamento a quello che verrà dopo.

Non vi terro’ senza mie notizie, tra un’arancina e un cannolo vi scrivero’ anche nei prossimi giorni.
Grazie di essere cosi’ presenti per me e di condividere le mie gioie e paure. Per chi è ancora in cerca, so che non è facile giorie per chi ce la fa, io ho provato sempre tanta invidia, anche quando si trattava di persone vicine e care, di amiche, parenti. Per cui sappiate che vi capisco se non riuscirete a condividere la mia gioia, è normale e, anche se so bene che suona banale, abbiate fiducia e non abbandonate la lotta.