Una telefonata che ti cambia la vita

No, non sono pazza, anche se il mio stato d’animo attuale lo potrebbe far pensare, se mi vedeste ora! Scusate, due post in una giornata non si sono mai visti, ma non riesco a tenermelo per me fino a domani, per cui oggi raddoppio.

SuperS mi ha chiamato alle 19, mentre stavo per uscire dal lavoro. Quando ho visto il suo numero sullo schermo del mio cellulare tutto quello che mi circondava, compresa la persona con cui stavo parlando, è scomparso e io non volevo fare altro che rispondere subito. Non ho potuto, ho rifiutato la chiamata e, appena fuori, mi sono avventata sulla povera tastiera del telefono per comporre il numero.

E finalmente posso tirare il fiato: il bi-test dice che le probabilità di trisomia 21 sono 1 su 4500!! Mooolto al di sotto della medie calcolate per la mia età (circa 530).

Per la prima volta da quando so di essere incinta mi sento veramente leggera, per strada al ritorno a casa ridevo da sola come una stupida e mi sembrava di sfiorare il suolo invece di camminare.

E’ stata una delle telefonate più belle della mia vita, la seconda dopo la notizia della gravidanza. E le novità non finiscono qui, ma questa è un’altra storia che vi raccontero’ nei prossimi giorni.

Non sono abituata ad avere cosi’ tante belle notizie una dopo l’altra, mi sembra di sognare, mi chiedo se sta veramente capitando a me, a noi, tutto questo.

Carta d’identità

DSC00473

NOME: Paciocco

ALTEZZA: 7,6 cm

RESIDENTE in: Pancia di MI

SEGNI PARTICOLARI: orecchie a punta!

Vi presento ufficialmente la nostra meraviglia! La dottoressa stamattina ci ha fatto un super servizio fotografico da tutte le angolazioni. La ginecolga mi ha detto di andare in bagno a fare pipi’ (e meno male perchè non riuscivo più a trattenermi!) e al ritorno…voilà, il piccolino si era girato e ci mostrava il suo profilo migliore! La dottoressa ha detto che è proprio un bimbo ubbidiente e gentile. 🙂 Speriamo lo sia anche dopo la nascita. Abbiamo visto quindi tutto il necessario, comprese le cavità del cuore, gli emisferi cerebrali, i cristallini nell’occhio in via di formazione, la spina dorsale, lo stomaco, la minuscola vescichina (ehi questo mi fa pipi’ in pancia!), le dita delle mani e dei piedi (cinque per fortuna in ogni mano) e le orecchie… a punta! Sembrava il Dr Spock di Star Trek! Ma niente di strano, la dottoressa ci ha detto che è normale che le orecchie siano cosi’ perchè si stanno ancora formando.

Secondo tutte le misurazioni fatte, lo sviluppo è normalissimo e la crescita coincide perfettamente con la data presunta di concepimento. Per quanto riguarda i parametri di riferimento per lo screening della trisomia 21, non c’è alcun motivo per sospettare rischi di questo tipo. Il valore della translucenza nucale è di 1,14 mm ed è ben al di sotto del valore soglia (3 mm). Anche le ossa del nasino sono presenti, il che di solito non avviene appunto nei bambini Down.

Che dire? Mi sento leggera, finalmente il rischio di aborto è finito, la gravidanza procede bene e la dottoressa mi ha detto che a questo punto posso dimenticare che si tratta di una gravidanza stimolata e devo solo concentrarmi sul fatto di godere di questi mesi. Sarà fatto! Anche se per tirare veramente il fiato aspettero’ comunque i risultati dell’esame del sangue, che ho fatto stamattina dopo l’ecografia. Comunque, a quanto ho letto, è più affidabile l’ecografia  dell’esame del sangue, che dà spesso molti falsi positivi. Vedremo…

Finisco questo post con una piccola nota venale, di ordine economico, perchè sinceramente penso sia da menzionare il fatto che la Francia è molto più avanti dell’ Italia per l’assistenza sanitaria che fornisce alle donne incinte. La ginecologa che mi ha visitato stamattina (non è SuperS perchè per questo esame ci vogliono apparecchiature più sofisticate ed una persona specializzata apposta) ha uno studio privato, in un bellissimo edificio haussmaniano tipicamente parigino. E’ stata gentilissima e molto professionale, ci ha pure stampato una foto di Paciocco super-ingrandita apposta per noi perchè ha detto che era troppo bello! 🙂 Costo finale della visita: 61 euro, che abbiamo pagato noi ma poi ci verranno completamente rimborsati dal Sistema Sanitario francese. Stessa cosa per gli esami del sangue. Mia cognata a Napoli è andata da un privato a fare lo stesso esame qualche anno fa e ha pagato di tasca sua 200 euro! E stamattina mi è pure arrivata una lettera sempre della Sanità francese che mi invita a prendere un appuntamento con il mio dentista per un controllo durante la gravidanza, il tutto spesato sempre da loro. Non so come funzionino le cose in Italia per le donne in gravidanza, ma sinceramente non ho grandi aspettative! Basti pensare che l’ecografia in privato che ho fatto a fine luglio a Padova ci è costata 82 euro e che in farmacia ho pagato 6,2 euro per un barattolo di citrosodina e 12 euro per un flacone di soluzione fisiologica per i problemi di rinite allergica che mi erano venuti in montagna! I prezzi dei farmaci, anche quelli da banco, sono allucinanti! E quindi non posso dire altro che “Vive la France!”. Anche perchè, se non abitassimo qui, Paciocco non potrebbe esistere, visto che la cura che ci ha portato a lui in Italia non è nemmeno disponibile.

Il suono più bello del mondo

Il suono più bello del mondo, che non avevamo mai sentito prima, è quello del piccolo cuoricino del nostro minuscolo embrioncino di 11.2 mm, che oggi compie 5 settimane di vita!

Non ho parole per descrivere quello che si prova a guardare quel “gamberetto”, come lo chiama MA, sullo schermo e riuscire a vedere quel micro-cuoricino che pulsa, si vedeva benissimo. E va alla grande, 144 battiti/minuto gente! Mica pizza e fichi, come si dice a Roma.
SuperS ha detto che lo sviluppo procede benissimo, tutto nella norma, lui è ben installato nella sua nuova cameretta e non c’è alcuna ragione di pensare che questa gravidanza non giunga tranquillamente a buon fine.
Questa è stata la frase più bella della giornata, da parecchie settimane in qua.

Posso finalmente rilassarmi un poco, godermi questa gravidanza e le vacanze che si avvicinano. Oggi è stato tutto più reale, vedere Paciocco li’ dentro mi ha fatto capire che tutto è vero e che la mia pancia è veramente abitata. Anche se per ora, a parte nausee e dolorini vari, non mi sento ancora totalmente incinta, penso che quello arriverà solo quando vedro’ la pancia crescere e lo sentiro’ muovere. Io sono un po’ lenta a realizzare le cose, anche quando ci siamo sposati non so quando ho iniziato veramente ad accorgermi che ero una moglie, avevo un marito, una fede al dito e una vita a due per il resto dei miei giorni! Quindi dovro’ avere pazienza e arriverà anche la consapevolezza di essere una quasi-mamma.

La bellezza del momento dell’ecografia (mai mi è piaciuto cosi’ tanto un’eco transvaginale!) è stata un po’ guastata dalla quantità di scartoffie di cui mi ha riempito SuperS dopo: il resoconto dell’ecografia, le foto, le carte per l’iscrizione alla maternità di un ospedale a mia scelta (ma io avevo già scelto da tempo quale volevo!), le carte per la prenotazione del depistaggio della trisomia 21 a fine agosto, la dichiarazione di gravidanza evolutiva da compilare ed inviare alla Sanità, altri esami del sangue… insomma, per fortuna che c’era MA con me, perchè io facevo fatica a stare dietro a tutto questo!

Comunque, quel che s’a da fa’, s’a da fa’! Non è certo questo che mi toglie la felicità provata oggi.

E cosi’ possiamo partire tranquilli domani, ce ne andiamo quattro giorni a Palermo, a trovare la mia cognatina e famiglia, sono tre anni che non vedo lei e i miei nipotini! Vado a fare un po’ la zia, prendiamolo come pre-allenamento a quello che verrà dopo.

Non vi terro’ senza mie notizie, tra un’arancina e un cannolo vi scrivero’ anche nei prossimi giorni.
Grazie di essere cosi’ presenti per me e di condividere le mie gioie e paure. Per chi è ancora in cerca, so che non è facile giorie per chi ce la fa, io ho provato sempre tanta invidia, anche quando si trattava di persone vicine e care, di amiche, parenti. Per cui sappiate che vi capisco se non riuscirete a condividere la mia gioia, è normale e, anche se so bene che suona banale, abbiate fiducia e non abbandonate la lotta.