Medico, cura te stesso!

“Medico, cura te stesso, prima di fare cavolate sui tuoi pazienti!”.

Vi avviso, questo è un post altamente polemico su dottori, medici e simili, per cui se ne fate parte evitate di continuare la lettura, spegnete il computer andate a farvi una passeggiata per oggi! Se decidete di proseguire, tenete a mente che il blog è mio e ci scrivo quello che voglio se ho bisogno di sfogarmi.

L’evento scatenante la mia ira stamattina è stata la seguente scoperta: le pillole di progesterone che prendo quotidianamente da 10 giorni ritardano il ciclo, il quale non arriverà finchè non smettero’ di impasticcarmi.

Qual è il problema? Il problema è che questa cosa l’ho scoperta da sola, facendo varie ricerche su internet, perchè ormai, forte delle mie conoscenze in ginecologia, mi era sorto il dubbio vedendo che il ciclo ritarda. Siccome non oso più illudermi di essere incinta, sono andata a spulciare qua e là e…ta-dan avevo ragione!

Ma perchè, perchè perchè SuperS non mi ha avvisato? Perchè deve lasciare che io mi faccia del male, mi illuda, speri ancora un’ennesima volta di essere incinta per poi avere una mazzata dopo qualche giorno? Perchè quando vado alle visite le informazioni gliele devo tirare fuori a forza dalla bocca? Che cavolo la pago a fare?

No, perchè poi questa è solo la goccia che fa traboccare il vaso. Perchè non vi avevo raccontato la chicca di tutta la serie, avvenuta un paio di settimane fa.

L’ultima volta che sono andata da lei, quando mi ha prospettato la possibilità di un’inseminazione, le ho chiesto se allora dovevo fare la radiografia delle tube di Falloppio (dal fantastico nome di isterosalpingografia) per essere sicuri che le tube siano pervie (aperte) e non chiuse o con aderenze. Tutte queste informazioni me le ero trovate sempre per conto mio, a forza di leggere forum, blog, siti medici ecc ecc.

Quando le ho posto quindi la domanda, la sua risposta è stata:” Ah, si’! Ma non l’abbiamo mai fatta?”.

Coooosa? Cioè, tu non ti ricordavi di non avermi mai fatti fare questo esame? e a questo punto scopro che tutte le stimolazioni ormonali fatte finora potrebbero essere state inutili perchè nessuno si è preoccupato di dare un’occhiatina alle mie tube? Ma stiamo scherzando? Ma sei tu il medico, te le devo dire io le cose?

Mi fa incazz… come una bestia, stiamo parlando della mia salute, mi imbottisco di ormoni e forse per nulla? Non mi ha nemmeno mai fatto un tampone vaginale per controllare se ho infezioni come l’ureaplasma, altra cosa che ho scoperto da me. Queste infezioni sono spesso asintomatiche e non rilevabili con il pap-test, ma possono provocare infertilità.

Io sono a dir poco allucinata, non so più cosa pensare, è una super specialista dell’infertilità e mi cade cosi’? Che poi, ovviamente, quando le pongo queste domande, manco fa un atto di umiltà ammettendo che è stata una sua mancanza il non avermi fatto fare gli esami, no! Mi tratta sempre dall’alto in basso, perchè ormai l’ho capito, quando studi medicina c’è un corso specifico si “stronzaggine e boria” e quasi tutti lo passano con 30 e Lode!

Non ho mai incontrato un medico che, anche di fronte ad evidenze, ammetta di avere torto. Sono invece bravissimi a rigirarti la frittata e farti sentire uno schifo, uno stupido! Di esempi pratici ne ho a bizzeffe, recenti, belli tosti… ora ve ne elenco qualcuno, cosi’ vi rendete conto in che mani ci mettiamo spesso! Altro che Dr House…

Marzo 2009: mia mamma si fa un’ecografia al collo, trovano una massa che classificano come ciste, viene operata un mese dopo. Fine. Tutti gli anni successivi si fa un’ecografia di controllo, si vede che si sono riformati dei noduli, il chirurgo ed il medico che l’hanno operata dicono che non c’è da preoccuparsi. Un anno fa, all’ultima ecografia, l’ecografista le consiglia di cambiare medico, si rivolge cosi’ ad una super specialista della tiroide, che capisce subito che non si tratta di una ciste ma di un tumore, che ha dato anche metastasi! Nel giro di un mese è ricoverata d’urgenza, le tolgono tutta la tiroide, per fortuna è una forma di tumore che guarisce nel 99% dei casi…ma mia mamma è senza tiroide, dovrà prendere ormoni a vita! Quando ha cercato di sapere se poteva fare qualcosa dal punto di vista giuridico contro il medico che non ha capito di cosa si trattava, hanno cercato in tutti i modi di dissuaderla e si è sentita rispondere:” Tanto cosa le cambia? comunque avrebbe dovuto togliere la tiroide!”.

Passiamo a mio papà, che finita la storia di mia mamma, si è trovato ricoverato per sei mesi in gastroenterologia, a causa del morbo di Chron. Era da dieci anni che era malato, gli avevano fatto un sacco di esami, la diagnosi era di colite ulcerosa, poi dopo la rimozione del colon a dicembre viene fuori che è morbo di Chron! Il suo è stato un caso difficilissimo, refrattario a un sacco di cure, la ripresa è stata lentissima. Quando andavo in ospedale per parlare con i medici ed avere dei chiarimenti (perchè pure in questo campo sono autodidatta ormai) dovevo aspettare ore per avere il diritto ad avere delle informazioni, praticamente dovevo tendere delle imboscate al primario, che poi mi trattava come una deficiente. Oppure non si degnava nemmeno di farsi vivo e mi inviava uno specializzando, qualche studente sbarbatello più giovane di me, che ti ripeteva a memoria la pappardella imparata sui libri.

Infine, giusto un altro paio di casi: una mia prozia, che in seguito ad una visita dal medico di base se ne è uscita con una diagnosi di cistite che poi è risultata un tumore ai reni ormai incurabile; il papà di un’amica, sottoposto ad una colonscopia di controllo, al quale per sbaglio hanno perforato il colon e ha dovuto restare per mesi con una stomia (il sacchettino esterno, visto che il colon era fuori uso!).

Capirete cosa possa io pensare dei medici dopo averne passate cosi’ tante? Il 2014 è stato un anno nero per la mia famiglia, due operazioni pesantissime con ripercussioni molto dure. Ora tocca a me, con le mie cure, con tutte queste parole non dette, con frasi del tipo:”Ma Madame, non so perchè il suo ciclo sia stato di soli 19 giorni, mica puo’ restare incinta tutte le volte!” frase testuale uscita dalla bocca di SuperS al primo tentivo fatto per restare incinta dopo l’aborto spontaneo.

Non lo so, saro’ stata io particolarmente sfigata finora, certo che con quello che ho visto la mia stima del personale medico non è per nulla elevata.

Fin dai tempi dell’università, io, in quanto biologa, mi sono ritrovata spesso confrontata con studenti di medicina spocchiosi e saputelli, che solo per il fatto di studiare Medicina si sentivano più importanti degli altri. La rivalità tra medici e biologi esiste fin dalla notte dei tempi, quello che non è noto invece è che i medici, senza la ricerca di base fatta dai biologi, senza gli strumenti progettati da fisici ed ingegneri, non andrebbero da nessuna parte! Tanto di cappello a questi studenti che sono in grado di apprendere a memoria il nome di migliaia di ossa quando studiano Anatomia, io non potrei mai arrivare a tanto, ma a parte lo sforzo mnemonico, non sono per niente convinta che ci voglia un’intelligenza superiore per diventare medico. Un giovane specializzando, parlando con me all’epoca del dottorato, mi disse :”E’ giusto che le borse di studio degli specializzandi in Medicina siano più alte delle vostre borse di dottorato (1800 euro contro 1000 euro al mese, ndr) perchè noi lavoriamo molto di più e salviamo delle vite…”. Brutto scemo, io durante il dottorato mi sono fatta il culo cosi’, lavorando anche i week-end, con meno di un mese all’anno di ferie, facendo esperimenti su esperimenti. Ho un dottorato in neurobiologia, se non ci fosse gente come me che si occupa della ricerca di base voi come li potreste curare i malati di Alzheimer o di Parkinson?

Scusate lo sfogo, ma veramente non ne posso più di essere trattata cosi’ da questa cricca di medici boriosi…

Annunci

2 pensieri su “Medico, cura te stesso!

  1. Ciao MI
    capisco benissimo il tuo sfogo, soprattutto nell’ambito infertilità, fecondazione ecc… se ne sentono sempre delle belle….anche io prima di venire a capo dei miei problemi mi sono prese diverse arrabbiature, versato lacrime e operata tre volte.
    L’unica cosa che posso consigliarti è di cambiare ginecologo/a, devi trovare una persona che ti ispira, di cui ti fidi e su cui puoi contare sempre.
    Questo percorso è spesso lento e faticoso e se non vieni seguito per bene rischi di perdere tempo e di compromettere la tua salute fisica e mentale!!!
    Se eri più vicina ti davo qualche dritta io 😉

    Kiki

    Mi piace

  2. già, dovrei cambiare ginecologo, ci sto pensando. Solo che SuperS a quanto sembra è una delle migliori nel campo, pero’ nell’aspetto umano lascia alquanto a desiderare. Ho guardato un po’ per cercarne un altro, ma nn conoscendo di persona mi affido a quello che c’è scritto su internet… boh… se ce la faccio prendo in mano la cornetta del telefono e chiamo, per ora sono un attimo in standby…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...