Le serate dei genitori

Se prima di diventare mamma la sera era il mio momento preferito della giornata perchè cenavamo insieme e poi c’era il momento di relax sul divano con l’accoppiata vincente TV-gelato, ora le serate sono diventate un momento di stress e l’ora di andare a letto un incubo.

Il rituale della sera inizia alle 18, quando comincio a preparare il bagnetto per Paciocca. Asciugamano, body, pigiamino pulito, pannolino, temperatura dell’acqua intorno ai 37°C, stufetta accesa in bagno…tutto è pronto per lavarla e cambiarla. Ci si mette di più a preparare tutto che effettivamente a farle il bagno! Se siamo fortunati e non ci sono intoppi, il bagnetto è un momento piacevole e Paciocca se lo gode, gira la testina a destra e sinistra perchè le piace sentire l’acqua sui capelli, beve qualche goccia quando le lavo il visino, con le gambine spinge contro il bordo della vaschetta e rischia cosi’ di andare a sbattere la testa sul lato opposto. Questo se tutto va bene. Se va male, appena la metto in acqua, tempo un minuto, fa la pupù! e allora tirala fuori velocemente, apri il lavandino e quando la temperatura sembra ok (niente termometro, non c’è tempo!) MA la tiene e io la lavo sotto il getto d’acqua, ma il tutto è molto scomodo e complicato da lei che si agita e sembra un ‘anguilla, con in più la mia ansia che prenda freddo!

Dopo il bagno c’è la preparazione della cena da parte di MA, mentre io allatto. Ormai è finito il tempo di sperimentare ricette nuove, qui si va su cose di base: pasta al pomodoro, pasta all’olio, riso in bianco…oppure si sfruttano le scorte di pesto inviate dalla suocera. Solo il sabato sera ci concediamo la pizza, preparata in casa.

Anche qui, se tutto va bene ceniamo insieme, ma il più delle volte dobbiamo darci il turno perchè Paciocca in sdraietta non ci sta sempre volentieri e spesso dopo una decina di minuti inizia a piangere ed è un crescendo di disperazione, per cui in questi casi al massimo riusciamo a mangiare insieme il piatto caldo e poi ci diamo il turno.Io ormai ho preso la cattiva, ma necessaria, abitudine di mangiare molto velocemente e non mi godo nemmeno più il cibo, che entra in bocca ad una velocità talmente elevata che nemmeno mi accorgo di quel che mangio!

Dopo cena inizia la parte che più odio: pulizia della cucina, stendere il bucato di Paciocca, preparazione della colazione per la mattina successiva, doccia e letto. Tutte queste attività vengono svolte il più velocemente possibile dalla sottoscritta per cercare di guadagnare tutti i minuti possibili per coricarsi presto. Ormai “vado a dormire con le galline” come si dice dalle mie parti: per le 21:30 al massimo sono sotto le coperte e fa strano in questo periodo in cui qui c’è luce fino a tardi! Mi sembra veramente di andare a letto che è ancora giorno.

A seconda delle intenzioni di Madame, l’ultima poppata puo’ durare da mezzora ad un’ora, compreso il tempo di  addormentamento, perchè a quell’ora sembra più vispa del solito.

A questo punto inizia la lunga notte che riserva sempre qualche sorpresa: poppate extra dopo meno di due ore dalla precedente, rigurgiti o spruzzi di pupù o pipi’, rumorini e gorgheggi non appena la metto in culla che mi impediscono di riaddormentarmi. A volte puo’ esserci la bella sorpresa di tre o quattro ore di fila senza risvegli, momenti memorabili che mi portano ad avere una buona giornata l’indomani.

Quando ero incinta sapevo già che mi avrebbero atteso notti insonni, quello che non immaginavo è come la mancanza di sonno influisca fortemente sull’umore! Io poi non ho mai avuto l’abitudine di fare sieste durante il giorno, per cui anche se ho un sacco di sonno arretrato non posso proprio  recuperare perchè non riesco ad addormentarmi di giorno.

L’altro giorno ero cosi’ rimbambita che quando sono uscita a passeggiare con la carrozzina mi sono ritrovata a camminare in mezzo alla strada, tanto per dirne una!

Dicono tutti che dai tre mesi le cose migliorano, io resto con i piedi per terra e non voglio illudermi più di tanto. Chi vivrà vedrà!

 

Annunci

3 pensieri su “Le serate dei genitori

  1. MrD è stato un incubo. Non ha dormito una notte intera fino quasi ai tre anni. Io ero super esaurita.
    Miciomao è stato bravissimo, ha tolrto il pasto notturno abbastanza presto.
    Io ti auguro che Paciocca sia come Miciomao

    Mi piace

  2. Se ti può ridurre un po’ lo stress, su consiglio della mia ostetrica tedesca a Raffaele non facevo il bagno tutti i giorni, gli lavavo il sedere dopo il cambio cacca ma non bagnetto completo, tanto a quest’età non sudano. Per quanto riguarda le cene veloci, inurgitando cibo e alternandosi con il marito, purtroppo sarà da così a peggio. A meno che non mangiate quando lei va a letto.

    Mi piace

  3. Anche se non riesci a dormire (lo so bene per me pure era così) di giorno, sdraiati e chiudi gli occhi quando puoi, aiuta davvero anche se può non sembrarti subito.
    Pian piano migliora….al mio il bagnetto aiutava tanto che pure ora a quasi 2 anni quando è nervoso, via in vasca! Dipende…ma appunto se è uno stress puoi anche saltare non succede nulla se non lo fai tutte le sere. Anche per la sdraietta non è detto che sarà così per sempre…magari tra un po’ la apprezzerà, o apprezzerà altro…io gli facevo su un tappetone morbido che avevo preso e usano ancora, una specie di ‘nido’ con il cuscino da allattamento ma ne esistono già di ‘nidi’ colorati che poi anche a 6 mesi si divertono a toccarli standoci seduti dentro…prova a guardare in giro, su imaginarium ad esempio…all’asilo lo hanno fatto con un vero salvagente (quelli proprio seri da nave) ricoperto di stoffa cucito imbottito con tante cosine appese. Ad alcuni piace l’altalena…il mio ci stava venti minuti ma son tanti, una doccia viene fuori 😉 In bocca al lupo vedrai che andrà meglio !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...